TAV: INDAGINE SUI COMPORTAMENTI DEL PD

L’abbiamo detto in tutte le sedi, ormai tutti lo sanno, la Torino-Lione porterà solo nuovi debiti, non merci nè persone ma solo debiti.

Dopo le elezioni abbiamo visto  aumentare l’arroganza della politica e del PD, in particolare nel non voler accettare il fatto che l’opera è palesemente inutile, difendendola con le parole, con i fatti e forse, qualcuno dice,  anche con i misfatti.
Facciamo alcuni esempi per rendere palese questo atteggiamento.
Il continuo attacco verbale dei politici del PD, a mezzo stampa e nelle chiuse stanze del potere ai sindaci del loro stesso partito contrari all’opera.
Il disprezzo ripetuto e ossessivo da parte di alte cariche del PD di qualsiasi iniziativa tesa a denunciare la criminalità organizzata e mafiosa ormai radicata anche in Valle di Susa, o peggio perseverare con le dichiarazioni rassicuranti del  tipo “contro la mafia abbiamo gli anticorpi“.
Di fronte a questi esempi, i fatti incontrovertibili sono la compattezza degli amministratori locali che da oltre 20 anni dicono no al TAV ma anche i documenti ufficiali e le denunce sull’inutilità dell’opera e addirittura sul mancato utilizzo della vecchia ferrovia recentemente ammodernata.
Ma secondo voi qual è la ragione par cui un partito che si autodefinisce democratico assume questi comportamenti?
Non vogliamo influenzarvi e lanciamo semplicemente un sondaggio senza fare nessuna ipotesi, indicate voi il motivo più plausibile a questo link:

Create your free online surveys with SurveyMonkey , the world’s leading questionnaire tool.

Il sondaggio utilizzerà i canali di facebook, ma se volete potrete risponderci anche via email all’indirizzo: info@ambientevalsusa.it.
Fra una decina di giorni esamineremo le vostre risposte, ci faremo un’idea e se possibile pubblicheremo le vostre ipotesi.